Pelletteria artigiana, a Firenze -6%

La pelletteria fiorentina artigiana nel 2013 ha perso il 6% di fatturato. Lo afferma la Cna di Firenze nel rapporto Trend, l’analisi congiunturale sull’andamento 2013 dell’economia artigiana della provincia, presentata ieri dal presidente Andrea Calistri e dal direttore generale Franco Vichi. Il fatturato si è fermato infatti a 360 milioni di euro, comunque superiore ai livelli pre-crisi. L’indagine, condotta analizzando alcuni indicatori di bilancio (fatturato, retribuzioni e consumi) di un campione di imprese associate, registra un lieve calo dei ricavi complessivi del comparto. “I dati sull’andamento dell’artigianato fiorentino nel 2013 – commenta Calistri – lasciano intravedere qualche segnale di inversione del ciclo negativo: retribuzioni e consumi sono cresciuti e il fatturato complessivo ha subito una perdita lieve sia rispetto all’anno passato che rispetto alla dimensione regionale. Tuttavia, le difficoltà registrate da alcuni dei settori storicamente trainanti l’intero comparto artigianale, come le costruzioni, le riparazioni e la pelle, ci spingono a mantenere una certa cautela. Il trend del loro fatturato, anche per il 2013, continua ad essere in calo deciso, ma ciò che più preoccupa è il fatto che questo ribasso sia costante già da alcuni anni”. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati