Pelletteria italiana, 2015 di segno +: l’export cresce per volume (3%) e valore (6%)

Il valore del fatturato estero della pelletteria italiana nel 2015 ha raggiunto i 6,4 miliardi di euro. Volano di crescita l’export negli USA (+13% per 634 milioni complessivi), molto bene anche Germania (+11%), Spagna (+15%) e Paesi Bassi (+13%). Tra gli sbocchi commerciali extra UE si segnalano i trend di Cina (+18%), Giappone (+7%) e Hong Kong (+7,3%), mentre tra i mercati di nuova acquisizione spiccano Canada (+35%), Australia (+28%) e Danimarca (+21%). La fascia di settore trainante rimane il lusso, in particolare le borse da donna (+9%) e i prodotti in pelle (+6%). Lo certifica il bilancio consuntivo 2015 presentato da Aimpes (Associazione Manifatturieri Pelli e Succedanei) durante l’assemblea generale dello scorso 30 aprile. Il saldo della bilancia commerciale è positivo (3,9 miliardi di euro). Il mercato domestico rimane depresso: il volume degli acquisti dei prodotti in pelle è calato del 2,8%. (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati