Piquadro: sale il fatturato, scende l’utile

Il fatturato consolidato di Piquadro è salito al 29,89 milioni di euro. E’ questo il primo dato che salta all’occhio nella relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 settembre 2013, approvata ieri dal consiglio d’amministrazione della società. Rispetto ai 27,39 milioni dell’esercizio precedente è in crescita del 9,1%. L’incremento è stato determinato dall’aumento delle vendite in Italia e all’estero dei canali wholesale e dos. Le vendite del primo canale, che rappresentano il 67% del fatturato totale, sono risultate in aumento del 5,5% nel primo semestre dell’esercizio 2012-2013, trainate mercato estero che ha registrato un aumento del 34%. I ricavi registrati nel canale diretto sono in crescita di circa il 17,4% sia per l’aumento dei volumi di vendita nei negozi esistenti, sia per l’apertura dei nuovi 15 negozi. In generale se i ricavi vanno bene, la strategia di internazionalizzazione del brand con la conseguente decisione di spingere sull’apertura di nuovi monomarca incide sulla redditività. L’utile netto passa a 1,97 milioni di euro, in diminuzione del 18,9% se confrontato con i 2,4 milioni raggiunti nell’analogo periodo dell’esercizio precedente. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati