Prodotto a Scandicci il lusso griffato Chehebar

Se Hermès e Gucci hanno utilizzato i riferimenti equestri per il loro successo, tocca adesso a Charles Chehebar ricorrere al termine “dressage”. La disciplina comunemente concepita come la danza dei cavalli e diffusa nell’alta società, è il termine adottato per il brand dallo stilista (Dressage Collection) che esordisce con una collezione di pelletteria di lusso, nelle vetrine a primavera. Dressage, interamente prodotta a Scandicci con prezzi al dettaglio che oscillano tra gli 800 e i 2000 dollari, propone borsette a tracolla in nappa, vitello e cuoio da sella con accessori metallici dorati e reifiniture intrecciate. Per la prima collezione, Chehebar ha scoperto “che il termine Dressage era disponibile e abbiamo pensato si associasse perfettamente ai prodotti di lusso in pelle, ma anche all’idea di una linea più ampia della quale possiede i semi” che evidentemente lo stilista ha in mente. Nell’acquisizione del marchio, l’azienda ha infatti incluso anche l’abbigliamento. Chehebar è figlio d’arte visto che il padre, Abe Chehebar, è il presidente di AHQ-Accessory Headquarters LLC, azienda che col nome di Accessories Network ha acquisito le licenze per la distribuzione di Calvin Klein e Karl Lagerfeld. Lo stilista ha lavorato col padre per dieci anni prima di fondare il suo di brand. Nel giugno del 2011, Charles Chehebar ha lanciato una linea di lusso di pelletteria denominata Heritage Collection sotto l’ombrello di Ghurka Luxury Leather, ancher questa di manifattura fiorentina, a oggi la collezione di borse di maggiore successo sul canale internet ShopNBC. (p.t.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×