Serve una nuova rotonda, espropriata parte di Villa Furla

Il traffico di San Lazzaro, in provincia di Bologna, è diventato insostenibile a causa di un semaforo nei pressi di Villa Furla (nella foto) della famiglia Furlanetto, titolare del celebre marchio di pelletteria. Secondo l’amministrazione comunale, l’unica soluzione è la creazione di una rotonda, che permetterebbe un flusso di traffico più regolare, ma che al momento non può essere costruita per questioni di spazio. Motivo per cui il sindaco Marco Macciantelli ha deciso di procedere con l’esproprio dei terreni necessari, tra i quali figurano anche circa 400 metri quadrati di terreno che fanno parte del giardino attiguo alla villa. Un esproprio di lusso, del quale il sindaco comprende i disagi, spiegando che “l’interesse pubblico prevale su tutto”. Chissà come la pensano in azienda, visto che per il momento non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali riguardo all’offerta del Comune di circa 28mila euro in cambio del terreno. Ma è un dubbio che verrà sciolto presto, perché i titolari hanno un mese di tempo per “presentare osservazioni scritte e depositare documenti relativamente alle somme offerte”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati