Cina, vola l’export di pelliccia dall’Hebei

Ottimi risultati per l’export internazionale di pellicce dalla provincia nord-orientale dell’Hebei, che storicamente punta su questo settore. Nel primo trimestre del 2013 le esportazioni sono lievitate del 67% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente raggiungendo quota 120 milioni di dollari, controvalore che rappresenta il 29,3% dell’export totale cinese. I mercati verso cui l’export di capi di pelliccia è indirizzato sono soprattutto Russia, Giappone, alcuni paesi europei tra cui Italia, Francia e Danimarca, e gli Usa. La Cina è tuttavia protagonista anche per quanto riguarda l’import dagli Stati Uniti. La sempre più numerosa e abbiente middle-class cinese ha contribuito notevolmente alla richiesta di capi in pelle di visone provenienti dagli Usa: nel solo 2012, le importazioni sono state pari a 215 milioni 500 mila dollari, più del doppio rispetto al 2009, tanto che si stima che oggigiorno 4 cinesi su 100 posseggano un capo di pelliccia. Nel 2012, gli acquirenti cinesi hanno comprato più della metà delle pellicce di tutto il mondo; non solo, secondo i dati della Camera di commercio cinese per alimenti e prodotti locali, lo scorso anno il mercato legato al settore della pelliccia in Cina ha raggiunto quota 6 miliardi di dollari.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati