Retail, i conti di Neiman Marcus

Il department store del lusso Bergdorf Goodman (New York) e i negozi di Beverly Hills, Palo Alto (California) e Oakbrook (Illinois) sono i più profittevoli di Neiman Marcus, che ha presentato ieri i risultati del terzo trimestre, chiuso il 2 agosto. Il fatturato è in declino dello 0,6% (1,11 miliardi di dollari), con il canale specializzato in calo del 2,9% e l’online in crescita del 7,3% (275 milioni). Le vendite sono cresciute del 4,9%, ma il gruppo ha registrato perdite per 42,1 milioni di dollari (profitti per 2,9 milioni nell’analogo periodo 2013). L’Ebitda è scivolato dello 0,9% (105,8 milioni). I dati complessivi del 2014 dicono che Neiman Marcus accusa perdite di 147 milioni di dollari a fronte di un fatturato (4,84 miliardi) in crescita del 4,1%. Il retailer con base a Dallas è stato acquisito per 6 miliardi da Ares Management e dal Canada Pension Plan Investment Board. Lunedì scorso è stato reso noto che Neiman ha assorbito il sito tedesco Mytheresa.com e ieri è stata rivelata la cifra: 150 milioni di euro. Tra le affermazioni di Karen Katz, l’amministratore delegato, una riguarda il futuro del canale online: “Ci concentreremo aggressivamente su questo canale perché nel lusso la torta si fa sempre più grande e i commensali restano pochi”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati