Retail Usa. Genesco a denti stretti: – 1,1% le vendite nel primo semestre

Nel primo semestre 2017, Genesco, storico retailer Usa specializzato nella calzatura (2.740 negozi tra Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Irlanda e Germania) ha visto le sue vendite passare da 1,274 a 1,260 miliardi di dollari, per un calo dell’1,1%. Senza la vendita avvenuta a dicembre di SureGrip e l’impatto dei cambi, la differenza, segnala l’azienda, “sarebbe stata irrisoria”. L’andamento delle insegne controllate da Genesco evidenzia una buona crescita (+6%) della catena britannica Schuh (nella foto), mentre mostrano segno “meno” gli Journeys e Johnston & Murphy (-2%), insieme a Lids Sports (-1%). Nel secondo trimestre dell’anno le vendite di Genesco sono calate dell’1,4%: 617 milioni di dollari contro i 626 milioni di dollari dell’anno precedente. Robert J. Dennis, presidente e amministratore delegato di Genesco, ha commentato: “Il secondo trimestre è stato un po’ più impegnativo di quanto ci aspettassimo, anche a causa dell’aumento delle vendite online. Siamo delusi dalle prospettive che si sono ridotte, ma riteniamo che la gestione dell’impresa abbia il giusto equilibrio, necessario per proteggere la redditività a breve termine e, nel contempo, attuare le nostre strategie a lungo termine”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati