Retail USA: Moody’s abbassa le stime di crescita

Il retail statunitense sta ancora pagando il prezzo di un inverno brutale in termini di temperature e precipitazioni nevose : la conferma giunge anche da Moody’s. I suoi analisti ritengono che abbigliamento e calzaturiero non riusciranno a raggiungere le previsioni di crescita del 7-9%. Il temuto “downgrading” indica ora una cifra che oscilla tra il 4-6%, comunque superiore al 3% effettivo registrato nel 2013. “Sebbene la crescita dell’anno in corso supererà quella del precedente – scrive nel suo rapporto Scott Tuhy, a capo del settore crediti di Moody’s – la nostra previsione viene temperata dall’inusuale partenza al rallentatore dell’anno, quando il consumatore è rimasto a casa e i negozi hanno accorciato i tempi di apertura durante i mesi di maltempo. Le vendite ripartiranno con la crescita delle temperature, ma non sufficientemente da compensare i mancati guadagni dei primi mesi”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati