Stati Uniti: Macy’s ristruttura e risparmia

Macy’s ha svelato il piano di ristrutturazione aziendale che prevede la chiusura di 14 negozi dei 380 negozi, ma anche la revisione dei reparti merchandising e marketing in linea con le priorità dell’omnichannel. Per la prima volta, inoltre, Macy’s (fatturato: 28 miliardi annui, incluso Bloomingdale’s, di cui è proprietaria) ha anche affermato di valutare l’ipotesi di operare con gli outlet, al pari proprio di Bloomingdale’s. Saranno chiusi anche due uffici distrettuali per una perdita di 150 posti di lavoro. L’azienda assumerà 150 addetti alle piattaforme logistico/tecnologiche a San Francisco mentre prevede di assumere 1.500 dipendenti “per nuove mansioni”, mantenendo stabile  l’occupazione: 175 mila dipendenti. Il management sostiene che le chiusure e la ristrutturazione dovrebbero permettere risparmi per 140 milioni di dollari annui, parte dei quali saranno investiti in miglioramenti tecnologici. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati