Usa: Thanksgiving/Black Friday benino on line, male in negozio

Ieri abbiamo scritto che, durante il tradizionale shopping americano del Black Friday, il portale di vendite high end Yoox ha fatto “il botto”, attirando nei suoi cataloghi on line oltre un milione e mezzo di clienti. Altrettanto positivo l’andamento dei consumi on line negli Usa che nel solo “venerdì nero” è arrivato a toccare i 2,4 miliardi di dollari. Se però l’obiettivo si sposta in negozio e non solo sulla giornata del Black Friday, ma sui 4 giorni di shopping compresi tra il Thanksgiving Day (giovedì 27 novembre) e domenica 30 novembre, il riscontro cambia in peggio. Come riporta il Wall Street Journal, nel weekend dedicato alle prime spese natalizie i consumi statunitensi sono calati dell’11%. Cosa non nuova, visto che è accaduta anche l’anno scorso. Spesa media: 380,95 dollari, in calo del 6,4% rispetto all’anno precedente. I motivi? Prima di tutto il fatto che negozi e grandi catene hanno avviato campagne promozionali già a inizio novembre. In secondo luogo, la maggior attenzione dei consumatori che non comprano più “a scatola chiusa” ma cercano il miglior affare, mettendo a confronto i prezzi anche on line: se non trovano l’offerta giusta, rinviato l’acquisto. Tornando alle vendite on line, nel weekend appena concluso hanno raggiunto una quota pari al 42% del mercato. L’anno scorso erano arrivate al 44%.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati