“Vende poco, via dagli scaffali”: Hudson’s Bay taglia Ivanka Trump, secondo i media è la 40esima insegna canadese a farlo

Dagli scaffali di Hudson’s Bay, entro il prossimo autunno, spariranno gli articoli griffati Ivanka Trump. Lo ha annunciato la società canadese precisando come “non si tratti di boicottaggio” nei confronti della figlia del presidente USA, ma di scarse vendite. “Come parte della nostra attività, rivediamo regolarmente le nostre offerte di prodotti e apportiamo le modifiche appropriate” hanno detto dalla società canadese. Nello specifico verranno tolti dalle vendite oltre 150 articoli, in particolare calzature, capi di abbigliamento e gioielli, già rimossi dal portale e-commerce di Hudson’s Bay che ha precisato come la decisione sia stata presa e comunicata al managment aziendale di Ivanka Trump ben prima delle frizioni tra USA e Canada per via dei dazi imposti da Trump su acciaio e alluminio. Secondo alcuni media Hudson’s Bay sarebbe la 40esima insegna canadese che rimuove i prodotti Ivanka Trump tra boicottaggio e scarse vendite. All’inizio del 2017, però, anche gli statunitensi Nordstrom e Neiman Marcus hanno fatto la stessa cosa. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati