S’allarga in UE il fronte di chi dice “no” alle sanzioni contro Mosca. Abolite a giugno?

Il fronte europeo che vuole abolire le sanzioni commerciali contro la Russia s’allarga. In Francia 55 deputati dell’Assemblea Nazionale hanno votato una risoluzione per cancellare le sanzioni internazionali contro Mosca. Wolfgang Buchel, responsabile del Comitato Orientale per l’Economia Tedesca, nonché amministratore delegato del colosso energetico tedesco Linde, ha espresso la sua speranza affinché durante il mese di giugno possa arrivare una svolta per il miglioramento dei rapporti economici tra Mosca e Berlino. Sempre in Germania, la vicepresidente dei verdi al Parlamento Europeo, Rebecca Harms, ha dichiarato che sarebbero sempre più numerosi negli ambienti diplomatici e politici coloro che sostengono un ritorno alla normalità nei rapporti con la Russia. I social-democratici tedeschi hanno indetto un’indagine volta a testare l’umore della popolazione tedesca in merito alle sanzioni: il 69% desidera una rapida revoca e un riavvicinamento politico tra Mosca e Bruxelles. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati