A Milano lo stile si legge sulla pelle: i leather trend delle sfilate della MFW

Alla Milano Fashion Week i grandi nomi della moda si sono sbizzarriti nell’uso di pellami per sbalordire con nuove creazioni e tuffi nel passato. Dalle stampe di fumetti e pop art su cappotti e borse di pelle proposti da Prada, ai disegni floreali su pellami in colori ultra vivaci nella collezione Fendi, le fantasie non mancano, spesso usufruendo di plotter e laser e rifinendo il tutto con una notevole generosità di applicazioni. Per Fendi, come per Tod’s, c’è un grande richiamo alle frange (foto a sinistra), sia per gli accessori che per le calzature. Una particolarità negli accessori dalla doppia F: nella tracolla della borsa altri due, tre o più borsellini in pellami diversi (pitone, righe, altri colori). Gioca con il glam rock invece Moschino (nella foto), proponendo chiodi e stivaletti da biker borchiati sopra tutù di piume rosa o celesti. Gli stivali sono anche alti sopra il ginocchio, pieni di fibbie o puntine d’acciaio come le borsette. Sempre altissimi, ma questa volta sandali a schiava, sulla passerella di Genny. Tanto colore nel défilé di Giorgio Armani che ha usato la pelle per capispalla con piccole squame fatte a intaglio laser. Ricchezza assoluta di pelle nella sfilata di Tod’s (foto a destra): dai mocassini ultra sfrangiati alle camicie in pelle di pitone, fino alle gonne a portafoglio in cavallino in perfetto stile cowgirl chic. Anche Sportmax ha vestito le proprie modelle con bomber e shorts in pelle, abbinandola a righe coloratissime. Sportmax, come Gucci nel primo giorno di sfilate, ripropone il marsupio, oppure borse rullo da portare a tracolla o a mano.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati