La circolarità secondo ECCO: i danesi sviluppano la scarpa Sealo che unisce scarti di pelle, alghe e residui di flora marina

ECCO, colosso danese della calzatura, che insieme alla Design School Kolding ha sviluppato una collezione di scarpe realizzate al 100% recuperando scarti di pelle, piante marine e alghe. Un progetto innovativo la cui particolarità sarà premiata. La linea ECCO Sealo, questo il nome del progetto, è stata valutata come la miglior proposta della categoria Visionary Concept nell’ambito del Danish Design Award. “Il riutilizzo dei materiali è importante tanto per le scarpe quanto per l’abbigliamento e ogni anno vengono smaltite circa 300 milioni di calzature – scrive la giuria nella motivazione -. La cooperazione tra ECCO e Design School Kolding mira a risolvere il problema dal punto di vista del design e del commercio, ed è un fattore importante nello sviluppo di soluzioni a lungo termine”. Le calzature premiate, disponibili in tre modelli, sono state realizzate recuperando alghe e residui di piante marine, triturati insieme, a cui sono stati affiancata gli scarti in pelle delle precedenti lavorazioni eseguite nell’azienda, che ha quindi il pieno controllo sulla filiera. I tre materiali sono stati trasformati in una sostanza granulosa che, in seguito a una successiva lavorazione, ha preso la forma di un materiale resistente e adatto alla realizzazione di scarpe. La cerimonia di premiazione si svolgerà lunedì.
Immagini tratte da group.ecco.com

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati