La concia italiana come case history della sostenibilità: il 16 febbraio convegno a Solofra, con UNIC e Chimici della Campania

La concia italiana è un’eccellenza riconosciuta sul piano internazionale: non solo per la qualità del prodotto che è in grado di proporre all’industria della moda (e non solo), ma anche per i risultati raggiunti e l’impegno costante all’indirizzo della sostenibilità. Il 16 febbraio se ne discute nel complesso monumentale di Santa Chiara a Solofra (inizio ore 16) durante la giornata di studi “La Sostenibilità nell’Industria Manifatturiera”. Gli organizzatori, UNIC (Unione Nazionale Industria Conciaria) e l’Ordine dei Chimici della Campania, in collaborazione con Confindustria Avellino, presenteranno al pubblico il case history della concia italiana. In programma ci sono la presentazione del “Rapporto di Sostenibilità” realizzato da UNIC e gli approfondimenti sulla metodologia LCA per la valutazione dell’impronta ambientale del cuoio e sulla caratterizzazione analitica del cuoio. La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria (sustainability@gruppounic.it). Per gli iscritti all’Ordine dei chimici la partecipazione alla giornata vale 3 crediti formativi.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati