Numero 11

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | IL VIAGGIO DI PECHINO
No surprises
APLF offre ai conciatori italiani (e non solo) la conferma che pechino richiede un approccio in costante upgrading. Perché le “griffe cinesi per il mercato cinese» non sono più «il target di una volta”. E non solo…
La fase intermedia di Pechino
Il lungo processo di trasformazione della Cina, che si spoglia dell’abito di (sporca) fabbrica del mondo, raggiunge i primi risultati. Il nuovo scenario per la filiera della pelle locale riserva tante opportunità, ma anche molte insidie. Dogane zelanti, ingerenze e boomerang.
Forbice cinese
Pechino: la fiducia dei consumatori è al massimo, ma i consumi rallentano. È il risultato di una strategia politica. Ma il lusso globalizzato non pare risentire della contraddizione.

GLI ALTRI SERVIZI
Botta e risposta
Silver1, proprietario di Valleverde annuncia: “Chiudiamo la produzione a coriano e delocalizziamo”. Licenziamenti: 25. NeroGiardini rivela: “Volevo comprare il brand: avrei salvato il made in Italy”. La polemica è servita. Il caso Formentini.
Pictures & Images at an exhbition
Uno sguardo nuovo a Lineapelle94. L’occhio di un gruppo di studenti di Polimoda. Un progetto didattico che Lineapelle ha sviluppato in collaborazione con l’istituto fiorentino, coinvolgendo alcuni ragazzi del secondo anno del corso di Fashion Product Management e Fashion Art Direction. Seconda e ultima puntata della photogallery del progetto che può essere visionato completamente cliccando qui.
Non sarà un’avventura
Le conferme, i progetti, le garanzie. I piani di Arcadia SGR per Chiorino sono chiari: “Raddoppiare il fatturato e crescere di dimensioni”.
La pelle e l’acqua: conceria italiana, un modello gestionale
Il convegno aveva un titolo che spiegava tutto: “L’Acqua non è un bene infinito, ma un bene comune da preservare per il futuro”. Si è svolto a Roma il 15-16 marzo e l’ha organizzato Femca CISL con SindNova ed Ecoman. Sul tavolo dei relatori, anche la conceria italiana. Per una semplice ragione: rappresenta un case history d’eccellenza nella gestione delle risorse idriche. In un programma che ha coinvolto università, associazioni, ministeri, imprese e sindacati, UNIC (Unione Nazionale Industria Conciaria) ha trovato uno spazio ideale per raccontare nel dettaglio la propria virtù sostenibile.
Stahl per il Gange

La multinazionale della chimica investe 900.000 euro nel progetto che vuole aiutare il distretto di Kanpur a ridurre l’impatto ambientale. Michael Costello, Direttore Sostenibilità, ci spiega obiettivi e strategie.

LE RUBRICHE
Il caso della settimanaModa e dazi
L’appuntamento
World Leather Congress 2019
UNIC/Sindacati: Osservatorio Congiunto
– Seconda tappa: Arzignano
Il numero
60
La fregatura
Mercedes e gli interni in pelle
#laconceria125 – 20 marzo 1900: tratto dalle nostre pagine dell’epoca
L’antistress Un progetto australiano
Usa a doppia velocità Stanchezza esterna, vivacità interna
Il progetto di Cargill – QUanto vale la tracciabilità?
Brasile – JBS chiude un macello
Sudafrica – Un prestito per ricominciare
Messico – Strategie bovine e consumi di carne
In Italia e nel mondo – Le quotazioni della materia prima



 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso