Numero 21

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | OGGI NO, DOMANI SÌ
Toccare o digitale
È possibile gestire online scelta e vendita della pelle? Nell’era in cui tutto si può fare con lo smartphone, per la conceria il rapporto “virtuale” con i clienti vive una fase di diffidente transizione. Anche se per qualcuno “una cosa non esclude l’altra”. Eppur si può: i progetti di DMD Solofra e Opera. Le pelli virtuali di Ars Tinctoria.
Benedetto web
Velasca, marchio di calzature da uomo, “senza internet, forse, non sarebbe mai esistito”, anche se “online o offline sono complementari”. La parola ai fondatori, Enrico Casati e Jacopo Sebastio.
Il foglio bianco
Dall’Italia alla conquista del web, per promuovere e vendere l’artigianalità italiana e la sua qualità. Il caso b2b di brandsdistribution.com, che lancia una linea di scarpe per gli USA, e quello B2C di armadio.com.
Fattore tempo
Per i produttori l’industria 4.0 non è solo una prospettiva futura, è una pratica attuale che, presto o tardi, coinvolgerà i fornitori.

GLI ALTRI SERVIZI
Rapido, flessibile, efficiente
Non solo l’abbassamento dei costi. La manifattura moda italiana dalla rivoluzione 4.0 può trarre molto di più. Parola di Flavio Tonelli (Università di Genova).
Le macchine non si fermano
Cresce ancora (+10%) la tecnologia italiana per l’area pelle che conferma la leadership mondiale, ma “avverte la sensazione di un certo rallentamento, dopo un quinquennio di sviluppo”.
Purché sia basso
In Russia, nel 2017, tornano a crescere gli acquisti di calzature made in italy, ma il prezzo al paio scivola ai livelli del 2005: 59,55 euro. Il 25% in meno rispetto al 2013. Perché?
La paura di Kanpur
Immaginate che un governo, per ragioni pretestuose, decida di imporre a un distretto della concia la chiusura per tre mesi, mettendo a repentaglio un business da 2 miliardi di euro. È quanto succede nell’Uttar Pradesh. Ne parliamo con Tajalam, presidente della locale associazione della pelle.

LE RUBRICHE
Il caso della settimanaPelle e letteratura
La previsione
I consumi estivi negli USA
(non) sono solo parole –  Carlo Capasa e la pelle
Il numero 11%
Assoconciatori Lasciateci lavorare in pace
Cotance – La Confederazione europea rinnova la presidenza
Sciopero brasiliano – Le conseguenze sulla pelle del blocco dei trasporti
Dazio bengalese – Il Bangladesh ipotizza il bando delkl’export di crust
Prospettive al macello – I crucci della Nuova Zelanda   |   I timori degli USA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso