Numero 29

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | ABIURA FINLANDESE
Meno e più
Dal 2007 la quota di tomaia in pelle esportata nel mondo non ha smesso di diminuire. Intanto l’assalto vegano alla conceria diventa più pericoloso e i consumatori, in contraddizione, mangiano più carne.
La battaglia di Helsinki
La fashion week finlandese annuncia dal 2019 il divieto di sfilare ai capi in pelle. Una mossa arbitraria che mobilita la concia europea. Intanto negli USA la carne diventa un fatto poiltico e la London Fashion Week (insieme a Burberry) bandisce la pelliccia. La lezione di Deckers.

GLI ALTRI SERVIZI
Il turno di Colomer
Chanel finalizza un’altra operazione conciaria e acquisisce il gruppo spagnolo, specialista dell’ovino. Investimento top secret per l’ennesima griffe che rafforza il controllo della filiera di fornitura.
XL al cubo
Torna a Milano l’evento che celebra la filiera moda italiana. Focus: la sostenibilità. Sei le installazioni che la raccontano. Di una è protagonista la pelle italiana.
Limited edition
Lineapelle e Mipel parlano una lingua comune: quella della pelle. Al salone della pelletteria va in scena una doppia, esclusiva collaborazione, stilistica e di prodotto. Che profuma (anche) di formazione.
Meglio Düsseldorf
In attesa del main event di Milano (Micam, dal 16 al 19 settembre) vanno in scena Gallery Shoes in Germania e CPM a mosca. Bene la prima, delude la seconda. ILM Offenbach: l’Italia comanda, ma “edizione non esaltante”.
Tutta la PEF, parola per parola
A Lineapelle95 si discute di Product Environmental Footprint. Per fare piazza pulita di dubbi e perplessità. Per mettere nero su bianco il futuro di uno strumento che offre all’area pelle prospettive di ampio respiro.
Geopolitica dei dazi
Il Brasile li elimina su wet blue e pelli salate (pare). L’Argentina potrebbe alzarli al 9% per la materia prima. La Cina chiude a quella statunitense.
¿A donde va la carne?
La filiera zootecnica sorride (quasi) in tutto il mondo: i dati Global Trade Atlas fotografano l’export di carne in crescita e la Cina nel ruolo di terra promessa.

LE RUBRICHE
Il caso della settimanaCromo e perché
Il numero 90
#laconceria125
tratto da La Conceria del 5 settembre 1893
L’accordo ITA-ICE / Alibaba
La previsione – UBS e i consumi cinesi di lusso
La scommessa – Wall Street Journal e il prossimo Gucci
Automotive da record – Lear vola verso i 22 miliardi
Cina – Bader investe
Argentina – Crisi dura
Scozia – Settima generazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso