Il rimbalzo di Puma nel trimestre è trainato dalle scarpe

Il rimbalzo di Puma nel trimestre è trainato dalle scarpe

Le scarpe trainano il rimbalzo di Puma nel terzo trimestre 2020. I ricavi calzaturieri sono cresciuti del 13,9% rispetto al +8,8% dell’abbigliamento e si confermano la principale categoria di incasso per il marchio tedesco. Il CEO di Puma, Bjørn Gulden, ha detto che anche il mese di ottobre ha registrato un trend positivo. Ma ha espresso cautela sull’andamento del quarto trimestre in virtù dell’evoluzione della pandemia.

Il rimbalzo di Puma

“Il terzo trimestre si è sviluppato molto meglio di quanto mi aspettassi. Siamo stati persino in grado di migliorare il nostro EBIT (indice della marginalità) rispetto allo scorso anno” ha detto Gulden. Nel periodo luglio-settembre 2020 Puma ha incassato 1,58 miliardi di euro: +13,3% a cambi costanti e +7,2% a cambi correnti. Cifre che hanno superato le previsioni degli analisti citate da Footwear News, ferme a quota 1,56 miliardi di euro.

I 9 mesi

Nei primi 9 mesi dell’anno, il fatturato di Puma è stato di 3,71 miliardi di euro, con una flessione del 5,1% a cambi costanti e del 7,7% a cambi correnti. Le calzature hanno generato il 46,5% del giro d’affari complessivo, con un calo del 5,4% a cambi costanti. Puma, però, non azzarda previsioni per l’intero anno. “L’incertezza per il quarto trimestre rimane molto alta” scrive il brand nella nota. Footwear News fa notare che il marchio si è garantito un’ulteriore linea di credito, pari a 900 milioni di euro, a maggio, che al momento non ha utilizzato. (mv)

Immagine tratta da eu.puma.com

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati