Vidal Kenmoe, da ingegnere aerospaziale a calzolaio di successo

Vidal Kenmoe, da ingegnere aerospaziale a calzolaio di successo

Da ingegnere aerospaziale a calzolaio di successo. È la storia di Vidal Kenmoe, 31 anni, camerunense, con alle spalle un passato nell’esercito della Regina Elisabetta. Il suo presente è fatto, però, di pelle di qualità ed estrosi clienti che lo chiamano da tutto il mondo.

Da ingegnere aerospaziale a calzolaio di successo

“Ogni singolo modello che realizzo deve essere il più possibile vicino alla perfezione” racconta ad africarivista.it dal suo laboratorio a Yaoundé, la capitale del Camerun. Kenmoe parte per l’Inghilterra ancora ragazzino con l’obiettivo di imparare l’inglese e arriva a laurearsi in Ingegneria aerospaziale. Nel 2011 si arruola nell’esercito britannico per racimolare qualche soldo. Qui viene colpito dall’eleganza pulita delle divise e inizia a sviluppare una certa passione per la moda. Per le calzature, in particolare. Decide così di imparare a confezionarle.

Alle prime armi

Dopo aver fatto pratica da un artigiano, nel 2015 torna in Camerun e, anche qui, entra nelle forze armate. Il suo obiettivo è, però, quello di aprire un laboratorio di scarpe. La svolta avviene mentre è in divisa. “Non dimenticherò mai il giorno in cui l’attenzione del comandante di battaglione venne catturata dai mocassini che indossavo– racconta ad africavista.it -. Gli dissi che avrei potuto fargliene un paio uguale: lui rimase di stucco”. Prepara così all’ufficiale tre paia di richelieu e da lì si avvia un inarrestabile passaparola.

Scarpe per i Sapeurs

Nel 2016 Kenmoe depone le armi e lancia la sua azienda: Shoes by Vidal. La sua attività si divide tra casa, dove organizza gli ordini con l’aiuto della moglie laureata in comunicazione, e il laboratorio in cui realizza le calzature. Sono modelli colorati ed estrosi. Pezzi unici che produce su richiesta. Perfette per i Sapeurs, i dandy del Congo. Sono loro i principali clienti di Kenmoe, oltre a parecchi personaggi dello spettacolo, professionisti e stelle della tv. Non solo africani. “Tutti i materiali li reperisco nel mio Paese – continua l’imprenditore -. Per quanto riguarda il pellame, recupero solo quello proveniente da animali che erano già morti per altre ragioni. Proprio qui vicino a casa ho il rivenditore di fiducia”.

Immagine tratta da shoesbyvidal.com

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati