Sicuri oggi e domani: Sciarada e la certificazione ICEC anti-Covid

Sicuri oggi e domani: Sciarada e la certificazione ICEC anti-Covid

La certificazione ICEC anti-Covid per una doppia sicurezzaConceria Sciarada (Castelfranco di Sotto) ha ottenuto la nuova Specifica Tecnica ICEC TS422 relativa alla gestione dell’emergenza Covid-19 nelle aziende della filiera della pelle. “Abbiamo adottato il protocollo della Regione Toscana nella prima versione, rispettando la distanza personale di 1,80 mt. Ora facciamo questo ulteriore passo in avanti – spiega Serena Castellani di Sciarada -. Oltre a voler dimostrare la nostra attenzione alle misure di sicurezza, la certificazione serve per una gestione interna”. In altre parole, “per essere sicuri che quello che avevamo fatto finora fosse effettivamente valido”.

Certificazione ICEC anti-Covid

La nuova certificazione ICEC anti-Covid attesta che il sistema di gestione della conceria sia conforme ai requisiti tecnici di sicurezza e rispetti il “Protocollo per l’attuazione delle misure precauzionali e di contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19 negli ambienti di lavoro delle imprese del settore conciario”.

Sicuri oggi e domani

“Abbiamo voluto prendere questa certificazione per dimostrare il nostro impegno, per fare qualcosa in più – commenta Castellani -. Per far capire che abbiamo adottato tutte le misure di sicurezza e continueremo a rispettarle anche in futuro. Siamo pronti a verifiche e sopralluoghi, qualora ci fossero”.

Misure di sicurezza

Sciarada è un’azienda di 45 dipendenti, impegnati in uno spazio di lavoro molto ampio “sanificato con prodotti certificati ufficialmente”, come racconta Serena Castellani. “Le postazioni di lavoro sono molto distanti tra loro. Questo ha permesso di non dover apportare grandi cambiamenti per rispettare il distanziamento – illustra l’imprenditrice – . Abbiamo comunque allontanato le scrivanie negli uffici e le riunioni le continuiamo a fare su Skype. Un’area comune, come la mensa, all’inizio della riapertura era chiusa. Ora l’abbiamo riaperta con tavoli distanziati e turni scaglionati”.

Formazione

Un passaggio importante è stata la formazione dei dipendenti sulle nuove misure di sicurezza. “Il protocollo è stato spiegato a tutti in una riunione. Anche i nostri collaboratori e clienti esterni conoscono le misure precauzionali che adottiamo. Vengono solo su appuntamento, firmano un registro. Ogni movimento è monitorato”.

Leggi anche: 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati