Vale un fatturato 850 milioni il matrimonio tra Stahl e BASF, che però conserva il suo catalogo

Il livello dei ricavi netti sarebbe di 850 milioni di euro, mentre l’EBITDA si attesterebbe al di sopra dei 200 milioni. Il condizionale è d’obbligo, perché sono proiezioni al futuro. Ma dall’operazione di integrazione delle divisioni della chimica conciaria di BASF e Stahl potrebbe nascere un player dalle capacità finanziarie significative. È di ieri la notizia che la multinazionale tedesca ha ceduto la divisione Leather Chimical a Stahl. Secondo quanto riporta Leatherbiz, BASF continuerà comunque a sviluppare sotto il suo brand i prodotti del proprio catalogo, garantendone la fornitura a Stahl. Il matrimonio Stahl e BASF è l’ultimo capitolo di una stagione di concentrazioni nella chimica conciaria che ha visto lo scorso luglio Codyeco acquisire Kemiter e, ad esempio, DuPont e Dow Chemical siglare l’accordo per la fusione a fine 2015.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati