Acquisizioni a Turbigo: Bonaudo rileva Conceria Cafra, specialista delle fodere di fascia top

Per la conceria italiana, il 2019 inizia sotto il segno del dinamismo. La prima operazione dell’anno porta la firma di Bonaudo, conceria specializzata in pellami di altissima qualità per la fascia top del mercato che gestisce la produzione su 3 siti: l’head quarter di Cuggiono, gli stabilimenti di Montebello e San Giovanni Ilarione. Bonaudo ha acquisito il 100% della proprietà di Conceria Cafra di Turbigo (anno di fondazione: 1969), a sua volta specializzata in fodere ovicaprine destinate alla clientela del lusso. Come spiega Alessandro Iliprandi (nel riquadro) titolare di Bonaudo, l’acquisizione di Cafra, si inserisce in un percorso di “completamento dell’offerta e del servizio alla nostra clientela di riferimento, inserendo una produzione di fodere di fascia top, tracciate e certificate”. L’operazione prevede il passaggio in Bonaudo sia degli attuali 14 dipendenti di Cafra sia, entro un anno, della produzione che sarà sviluppata all’interno di un reparto ad hoc.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati