CRV, per De Maio (DMD Solofra) cambieremo “noi e il nostro lavoro”

CRV, per De Maio (DMD Solofra) cambieremo “noi e il nostro lavoro”

La pandemia di Coronavirus ha investito società ed economia globali come nulla ha fatto negli ultimi decenni. “Non era mai successo di doverci fermare: il lockdown è un’esperienza che mai nessuno aveva vissuto – commenta Diodato De Maio (DMD Solofra) –. La guerra è nella memoria degli anziani, la peste del ‘600 si studia. Ci sono state altre pandemie negli ultimi 40 anni, ma a stento ce ne ricordiamo”. Per questo c’è da aspettarsi che l’esperienza lasci un solco profondo nella vita privata e in quella professionale. Tutto, inclusa la filiera della pelle, è destinato a trasformarsi.

Come Cambieremo

Per il mese di aprile il magazine ha deciso di raccontare un periodo speciale, come quello della pandemia da Covid-19 e del lockdown, con un numero speciale. Quando sugli equilibri che raggiungerà il mondo una volta superata l’emergenza ci si deve ancora fermare al campo delle ipotesi, abbiamo deciso di interrogare i protagonisti del fashion business per scoprire la loro visione. Al dibattito partecipano conciatori, calzaturieri, pellettieri, analisti, designer e studiosi.

Le idee di De Maio (DMD Solofra)

Non torneremo ai modi di fare pre-crisi, sia per i prevedibili nuovi obblighi di legge, che per il sentimento individuale di cautela”, osserva De Maio. Le nuove misure avranno un impatto anche sul modo di lavorare delle concerie: “Si viaggerà meno, e sarà un problema – conclude il conciatore campano –. La pelle ha bisogno del contatto: è un prodotto che richiede l’esperienza diretta che gli strumenti digitali non possono offrire”.

Per leggere l’intervento completo di De Maio clicca qui

Se non sei abbonato, qui puoi scoprire tutte le formule di sottoscrizione

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati