Da 50 anni innamorati della pelle: Conceria Tris in festa

Da 50 anni innamorati della pelle: Conceria Tris in festa

“Solo innamorandosi della pelle si riesce a valorizzarla. E se la si ama, ci si possono togliere grandi soddisfazioni“. In tutto ciò che hanno fatto nella loro conceria dal 1969 a oggi, Palmerino Bortoli e Silvano Peretti ci hanno messo il cuore. I due soci fondatori di Conceria Tris (Lonigo, Vicenza) hanno festeggiato poco prima dello scorso Natale i primi 50 anni del loro progetto d’impresa. Un progetto nato e cresciuto attorno alla passione e alla consapevolezza di “essere da 50 anni innamorati della pelle”.

Un passo alla volta

Conceria Tris nasce nel 1969. La creano Silvano Peretti e Palmerino Bortoli, “con l’enorme contributo dato da Graziano Peretti e Francesco Pomari”, dopo 12 anni trascorsi alla guida di Conceria Leonica, al fianco di Eresside Gleria e Domenico Pomari. Quei primi anni, come ricorda Bortoli, furono “enormemente i più difficili. Impegnativi e rischiosi dal punto di vista finanziario. Ma anche quelli più affascinanti, perché imparammo di tutto e di più”.

Tutto all’interno

Tris sviluppa tutta la produzione al proprio interno, dal grezzo al prodotto finito. Lavora circa 2.000.000 di piedi quadrati al mese su una superficie di 20.000 metri quadrati. I conti in salute hanno permesso all’azienda di ampliarsi e dotarsi di un laboratorio interno per sviluppare prodotti innovativi. Tutto, però, senza mai abbandonare la caratteristica della sua identità: l’artigianalità. A ciò si aggiunge l’impegno verso la sostenibilità ambientale. “Come dimostra la certificazione di conformità al protocollo Leather Working Group, che sottolinea l’attenzione a uno sviluppo economico compatibile con la salvaguardia e la conservazione delle risorse ambientali”.

Una famiglia più che un’azienda

“Il nostro rapporto è cresciuto sulla correttezza, l’onestà e il rispetto reciproco di fronte alle idee che nascevano in azienda” ha sottolineato Bortoli, rimasto alla guida dell’azienda insieme a Francesca Peretti, nipote di Silvano, andato in pensione quattro anni fa. Un ringraziamento “al nonno e poi al signor Bortoli, alla socia Elena Bortoli, figlia di Palmerino, a suo marito Marco Blasio e a tutti i dipendenti” che hanno contribuito a rendere Conceria Tris un’azienda solida e longeva” ha sottolineato Francesca Peretti.

L’affetto del personale

I dipendenti di Tris hanno ricordato che “in questi 50 anni ci sono stati periodi floridi, di notevole benessere, in cui l’azienda ha goduto di tanta prosperità. Ma ci sono stati anche momenti difficili che hanno messo tutti a dura prova”. Nonostante tutto, però, il management “ha sempre mantenuto il proprio impegno nei confronti dei partner commerciali, degli istituti bancari, dello Stato. E, soprattutto, rispetto ai propri addetti, offrendo così loro l’opportunità di lavorare e mantenere le loro famiglie”.

Nell’immagine, foto di gruppo per Conceria Tris durante i festeggiamenti del 20 dicembre scorso, presso Villa Cornaro a Zimella (Verona)

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati