Dalla Danimarca, la pelle al posto delle cerniere dei mobili

Dalla Danimarca, la pelle al posto delle cerniere dei mobili

La pelle al posto delle cerniere. È la scelta di stile adottata dalla designer danese Cecilie Manz per la nuova collezione di mobili disegnata per il marchio Copenhagen Takt, nato un anno fa. La sua, dice, è una piccola rivoluzione sognata tanti anni fa.

La pelle al posto delle cerniere

“Usare la pelle al posto delle cerniere è qualcosa a cui ho lavorato molto negli ultimi 10 anni” racconta Manz ad architecturaldigest.in. Una scelta in linea con il concetto di sostenibilità su cui punta completamente Takt. Al centro del progetto, per esempio, c’è il tavolino ecologico Plint (nella foto). I singoli elementi in legno sono uniti tra loro attraverso cerniere e passanti realizzati in pelle. “È molto interessante utilizzare un materiale reale come la pelle pieno fiore, che ha anche senso funzionale” afferma la designer.

 

 

La conceria

La pelle utilizzata proviene dalla piccola conceria svedese Tärnsjö Garveri, fondata 140 anni fa e i cui processi di trasformazione della materia prima avvengono completamente al vegetale. Un’azienda storica che in passato divenne talmente importante da spingere i titolari a costruire intorno ad essa alcune abitazioni per i dipendenti. Dopo decenni passati a produrre pelle destinata alla realizzazione di guanti, zaini, fondine e calzature, la Tärnsjö Garveri si è orientata sull’interior design.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati