Dopo la Cina, Bader Leather si fa una conceria in Sudafrica

Dopo la Cina, Bader Leather si fa una conceria in Sudafrica

Dopo la Cina, Bader Leather si fa una conceria in Sudafrica. Dopo un anno e mezzo dall’investimento conciario in Asia, la tedesca Bader Leather si prepara a posare la prima pietra di un nuovo impianto a Rosslyn, un sobborgo della capitale Pretoria. A darne notizia è il portale ILM, secondo cui l’azienda di Göppingen avrebbe intenzione di inaugurare il nuovo sito tra un anno.

Al servizio dell’automotive
Attualmente il colosso tedesco conta su uno staff di 12.100 dipendenti in 11 strutture situate in cinque continenti. Ogni giorno lavora circa 16.750 pelli bovine destinate alle case automobilistiche. Bader Leather conta già uno stabilimento in Sudafrica. Si tratta della struttura di Ga-Rankuwa, inaugurata nel 1990 e in cui sono impiegate circa 950 persone. L’intenzione dell’azienda, stando a quanto riporta ILM, sarebbe quella di trasferire la produzione di questo sito nel nuovo stabilimento di Pretoria. Qui potrebbe contare su una superficie di 67.000 metri quadrati.

Vicini di casa
La principale ragione di questo trasferimento sarebbe legata alla volontà di avvicinarsi allo stabilimento di Rosslyn della BMW, suo principale cliente. È per questo, insomma, che Bader Leather si fa una conceria in Sudafrica. Il nuovo impianto dovrebbe entrare in piena funzione entro febbraio 2021. (art)

Immagine dal sito di Bader

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati