Piantare alberi a Santa Croce: l’impegno green di Assoconciatori

Assoconciatori pianta alberi a Santa Croce

Aziende che abbattono del 100%le immissioni di CO2 in atmosfera. L’utilizzo delle acque reflue civili nel processo conciario. Il recupero dei fanghi di lavorazione. E non solo. L’impegno green del distretto conciario di Santa Croce sull’Arno trova una nuova, inedita “formula espressiva”. Associazione Conciatori, infatti, “provvederà alla piantumazione di nuovi alberi” coinvolgendo nel progetto “progressivamente”, numerosi e “diversi spazi del territorio”.

Missione verde
Quello della piantumazione è l’ultimo progetto presentato da Assoconciatori nel segno della sostenibilità ambientale. Si aggiunge alle attività che le concerie gestiscono e sviluppano quotidianamente. Arricchisce il senso di una “missione verde” che, solo pochi mesi fa, ha permesso di ottenere il rinnovo della certificazione EMAS di distretto. “L’Associazione si mette a disposizione per un’attività di piantumazione di alberi in aree pubbliche – spiega il presidente, Alessandro Francioni – individuate di concerto con le amministrazioni locali. Ma anche di nuovi spazi verdi e aree dove il verde necessita di un’attività di completamento o di sostituzione degli alberi”.

Una lunga storia
L’attenzione verso la tematica ambientale non è una novità per la pelle toscana: “Un approccio che non è dettato dal trend dell’attuale momento storico in cui il tema dell’ambiente è così presente – precisa Francioni -. Già da anni questo distretto è in prima linea, consapevole che l’unica strada per l’evoluzione industriale debba passare per una reale responsabilità verso l’ecosistema”.

Nell’immagine Associazione Conciatori, una vedurta aerea della zona industriale di Santa Croce sull’Arno

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati