Conoscete Terminator? Questa à la storia della sua giacca di pelle

Conoscete Terminator? Questa à la storia della sua giacca di pelle

In pelle nera, chiusura laterale, due ampi baveri. È una delle giacche più famose della storia del cinema. È quella indossata da Arnold Schwarzenegger in Terminator. La pellicola, diretta da James Cameron, uscì nel 1984 riscuotendo un successo planetario. A distanza di 35 anni l’attore austriaco e Linda Hamilton sono di nuovo i protagonisti della storia che racconta il ritorno al passato del cyborg T-800. Il sequel s’intitola Terminator: Dark Destiny. E porta con sé il ricordo della storia, molto particolare, legata a quel giubbotto di pelle.

27 battute e una taglia che non c’è
Il successo del primo episodio di Terminator si basò, in buona parte, sull’interpretazione di Schwarzenegger. In totale: 27 battute pronunciate indossando un paio di jeans marroni, una t-shirt e una Perfecto, modello di giacca in pelle sviluppata nel 1928 dai fratelli Schott. La realizzarono per proteggere i motociclisti da incidenti. La replicarono in infinite varianti. Dietro a questo “semplice” si nasconde una storia particolare legata a Terminator. L’ha raccontata il periodico GQ.

Un colosso
Nel 1984 Schwarzenegger era reduce dal suo primo grande successo come protagonista nel film Conan il Barbaro. Ma non era un attore: era una star del bodybuilding. E proprio questo rappresentò un problema. Il fisico dell’attore austriaco non rientrava nelle misure standard. Anche la taglia più grande di “Perfect” non gli andava bene. Bisognava farne una su misura. Ccosì la produzione contattò Bates Lathers, azienda di pelletteria californiana che realizzò diversi esemplari della giacca con diversi effetti di usura da usare sul set. Create in esclusiva per il film, ogni giacca al suo interno riporta un’etichetta con la sigla “AS”, le iniziali dell’attore protagonista, e l’indicazione “Terminator Property”. L’unica modifica apportata una volta iniziate le riprese, sono state le parti metalliche. All’inizio erano d’oro, poi dipinte in argento.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati