StockX presenta la versione in italiano

Per StockX l’Italia vale 600 milioni e traduce il sito in italiano

La notizia: StockX, la piattaforma di reselling per sneaker (ma anche capi streetwear e accessori a tiratura limitata) fondata a Detroit nel 2016, annuncia la versione in italiano del sito e della app. Un primato piccolo, ma significativo. L’italiano è la prima lingua non anglofona cui l’azienda statunitense decide di adattarsi. Il perché è presto detto: “A partire dall’apertura del primo Authentication Centre europeo di Londra – è il commento che Olivier Van Calster, vicepresidente e general manager di StockX per l’Europa, affida a una nota – il mercato italiano si è confermato tra quelli in più rapida crescita in tutto il continente. Gli utenti attivi mensili in Italia sono più che raddoppiati rispetto all’ottobre 2018”.

Prospettive di mercato
L’Italia si conferma mercato chiave per la cultura sportiva, insomma. StockX comunica che nei nove mesi di attività in Europa l’utenza del Belpaese è cresciuta dell’84%. Una progressione percentuale che rappresenta un potenziale giro d’affari di tutto rispetto. “Il mercato reselling in Italia vale tra i 400 e i 600 milioni di euro – riporta la nota per la stampa dell’azienda USA –, cioè il 10% delle vendite di sneakers nel Paese”.

Immagine da stockx.com

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati