73 acquisizioni fashion nel 2018

Deloitte fa la conta delle acquisizioni fashion: 73 nel 2018

Tante, anche se (poco) meno dell’anno precedente. E, probabilmente, tante saranno anche in quello successivo. Come dimostra la freschissima notizia di Manolo Blahnik che compra Re Marcello, suo storico partner calzaturiero di Vigevano: il rally delle acquisizioni non perde di intensità e volume. A dare i numeri sull’argomento, in relazione al 2018, è la società di consulenza Deloitte.

Numeri
Il report ha un titolo che somiglia a un abstract: Fashion & Luxury Private Equity and Investors Survey 2019. Ma sintetizza alla perfezione come e quanto la finanza (e non solo) continui ad avere fame di aziende e società. Nel 2018, sul totale del contesto considerato da Deloitte, le operazioni sono state 265. Il settore della moda è stato il più vivace.

Quattro in meno
Le operazioni di M&A connesse al settore dell’abbigliamento e degli accessori sono quelle più numerose dopo quella alberghiere. Nel 2018 si sono concluse 73 tra fusioni e acquisizioni, in calo di 4 unità rispetto alle 77 dell’anno precedente. A livello geografico, la vivacità maggiore si è registrata in Europa, seguita dall’Asia. Considerando un arco temporale di tre anni, spiega Deloitte, il fermento più significativo si dovrebbe registrare in Asia, seguita dal Nord America. Le acquisizioni nel resto del mondo dovrebbe rimanere stabili.

La più rumorosa
Nel ranking globale delle operazioni 2018, tra le prime spicca quella che (forse) ha fatto più discutere la moda internazionale. Quarto posto: Kors (oggi Capri Holding) compra Versace per 2,162 miliardi di dollari. Da segnalare, al secondo posto, un’operazione portata a termine da LVMH. L’acquisto, per un valore superiore a 3 miliardi di dollari, della catena albeghiera di lusso Belmond.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati