Oggi al via il Salone del Mobile: la concia italiana alla prova di un mercato che cresce, ma non vola

Una stagione di stabilità, dove boom all’orizzonte non se ne vedono e su un mercato chiave come il Nord America, strategico per la domanda locale di prodotto di fascia alta e dove potrebbe arrivare l’impatto dei Millennials, pesa l’incertezza dell’effetto Trump: i border tax ci saranno e, se sì, di che entità? Dell’andamento di mercato fotografato da FederlegnoArredo vi abbiamo detto ieri. La concia italiana si presenta al primo giorno del Salone del Mobile, kermesse dell’arredo in programma a Fieramilano Rho da oggi a domenica 9 aprile, intenzionata a dare seguito a un frangente, quello del 2016 e di quest’inizio di 2017, se non apertamente positivo, comunque di vitalità. “Attraversiamo una stagione in cui posizionarsi sull’alto di gamma è fondamentale – commenta Rocco Finco, della Adelaide by Finco –. Allo stesso tempo, non è più tempo per prodotti generici: bisogna saper offrire materiali rivolti a una nicchia specifica”. I mercati di riferimento: “Quelli extraeuropei, dove ci sono le maggiori opportunità per la capacità di spesa del pubblico locale – continua Finco –, come gli asiatici e il Nord Americano”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati