Della Valle: “Tra un anno lascio e se vendo, vendo solo a LVMH”

Della Valle: “Tra un anno lascio e se vendo, vendo solo a LVMH”

“Se vendo, vendo a LVMH”. E, intanto, costruisco le premesse per un mio passo indietro. Diego Della Valle ha annunciato l’intenzione di ritirarsi dalla gestione quotidiana del gruppo Tod’s. Entro quando? Un anno. L’imprenditore marchigiano lo ha dichiarato oggi (19 maggio 2020) durante il suo intervento (nella foto) al Business of Luxury Summit organizzato da Financial Times. In altre parole, ha chiarito che tra un anno vorrebbe cedere il controllo del gruppo ad altri membri della famiglia. E, potenzialmente, anche al suo storico amico francese: Bernard Arnault.

Se vendo, vendo solo a LVMH

Diego Della Valle ha dichiarato di essere disponibile a vendere un’ulteriore quota aggiuntiva del suo gruppo a LVMH. Un “pezzo in più” del capitale, quindi, dopo che i francesi, di recente, sono saliti al 10% investendo oltre 74 milioni di euro. “La vendita delle quote è stato un segno per dimostrare che ci piace stare insieme – ha ribadito DDV -. Se abbiamo l’occasione di fare qualcosa in futuro cerchiamo di farlo. Se è possibile siamo pronti“. E, attenzione: Della Valle ha escluso qualsiasi scelta alternativa. In altre parole: se venderà, “al 100%, di sicuro” lo farà solo a LVMH.

 

 

Tra un anno lascio

Riguardo al suo passo indietro sulla gestione operativa del Gruppo Tod’s, Della Valle lo ha programmato tra un anno. “Nessuno mi crede, ma ho bisogno di un anno per preparare la squadra e sono pronto a liberare il mio tempo del 60-70%. Ho una famiglia e un nipote. Amiamo quello che facciamo” e, proprio per questo, “se un giorno deciderò di vendere… credo in persone come Bernard”, ha aggiunto.

A proposito di Draghi

Della Valle è stato anche ospite, ieri sera, a Dimartedì, format in onda su La7. “Bisogna fare delle operazioni lungimiranti”, ha detto riferendosi al mondo imprenditoriale. Ribadendo, poi, come Mario Draghi sia la persona adatta a guidare l’Italia in questo momento. “Non potevamo avere nulla di meglio. Ci sta dando una mano. Ci serve e ci aiuta la sua reputazione. La politica non deve ostacolarlo, ma lasciarlo lavorare”. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×