LVMH spegne i rumor: “Su Tiffany non cambiamo posizione”

LVMH spegne i rumor: “Su Tiffany non cambiamo posizione”

“In relazione alle recenti indiscrezioni di mercato, LVMH conferma che non sta valutando l’acquisto di azioni Tiffany sul mercato”. Con un comunicato-fotocopia di quello rilasciato a fine marzo, LVMH spegne i rumors sul suo conto. Sulla sua intenzione, ovvero, di procedere all’acquisizione di Tiffany con modalità diverse da quelle concordate nello scorso novembre.

LVMH spegne i rumors

Nei giorni scorsi WWD ha messo in dubbio la conclusione dell’acquisizione di Tiffany da parte del colosso francese. A spingere LVMH a cambiare le carte in tavola, è la tesi, sono le conseguenze della pandemia e anche delle recenti proteste negli USA. In sintesi: perché i francesi dovrebbero pagare i 16,2 miliardi pattuiti a novembre, se ora la valutazione di Tiffany è più bassa? L’accordo prevede l’acquisto di azioni a 135 dollari, ma intanto la quotazione della griffe statunitense è scesa a 114 dollari (alla chiusura del 3 giugno).

La parola ai francesi

Nell’ultimo comunicato, il gigante francese del lusso conferma la riunione del board di martedì 2 giugno. Riconosce anche che la società “ha focalizzato in particolare la sua attenzione sugli sviluppi della pandemia, nonché sul suo potenziale impatto su risultati e prospettive di Tiffany rispetto all’accordo che collega i due gruppi”. Ma ha precisato, in sostanza, che nessuno ha messo in discussione l’accordo siglato a novembre: resta in attesa di perfezionamento. Il comunicato arriva un giorno prima della pubblicazione dell’andamento del trimestre di Tiffany. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati