Qualcuno salvi Tila March: il brand francese cerca compratori

Qualcuno salvi Tila March: il brand francese cerca compratori

Qualcuno salvi Tila March. Il marchio francese di scarpe, pelletteria e accessori per donna è in Amministrazione Controllata e cerca un investitore. O, nel caso più drastico, un compratore.

Ritardo e errore strategico?
Tila March è stato fondato dal 2006 da Tamara Taichman e Nicolas Berdugo. Il business inizia alla grande, grazie soprattutto al successo della borsa Zelig. A decretarne il successo sono celebrities come Emma Watson e Jessica Alba. Nel 2015 il brand raccoglie oltre 2,2 milioni di euro di finanziamenti. Quindi, avvia un processo di trasformazione digitale. “Troppo tardi o sbagliando strategia?” si interroga en-contact.com. Il portale francese definisce Tila March “un esempio della reale difficoltà nel creare un marchio nel frenetico mondo della pelletteria e degli accessori”. Così si arriva all’urgenza che qualcuno salvi Tila March. Perché, proprio dal 2015 a oggi, il suo giro d’affari si è inceppato. Al punto da aver dovuto richiedere l’Amministrazione Controllata.

Attrazione e desiderio
“La combinazione di negozi fisici e e-commerce non è più sufficiente. Sono necessari esperti di contenuti digitali capaci di creare attrazione e desiderio attorno al brand” afferma Nicolas Berdugo. “C’è spazio per nuovi e innovativ marchi di lusso accessibile, perché la clientela cinese pesa e peserà sempre più. Ma per raggiungerla occorrono notevoli investimenti sul digitale e sull’esperienza. E noi, forse, siamo in ritardo”. (mv)

Immagini tratte da tilamarch.com

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati