Terremoto in casa Tapestry: il CEO Jide Zeitlin si dimette

Earthquake for Tapestry

Terremoto in casa Tapestry. Dopo nemmeno un anno, il presidente e CEO Jide Zeitlin, si è dimesso “per motivi personali e con effetto immediato”. Il gruppo che controlla Coach, Kate Spade e Stuart Weitzman, è così costretto a rivedere l’intero assetto del management, in attesa di trovare un successore.

Terremoto in casa Tapestry

“È stato un privilegio guidare Tapestry con i suoi marchi importanti e le sue persone eccezionali – ha dichiarato Zeitlin -. Ho un’incredibile fiducia nel potenziale di crescita dell’azienda, dato che ogni marchio si concentra sulla soddisfazione delle esigenze ampie e diversificate dei suoi consumatori”. Zeitlin era presidente di Tapestry dal 2014 ed è subentrato a Victor Luis come CEO a settembre 2019. A marzo, riporta Reuters, Tapestry aveva dichiarato che Zeitlin aveva accettato di restare in carica per i successivi tre anni.

 

 

Management rivoluzionato

Per ovviare alle dimissioni di Zeitlin, Tapestry ha scelto Joanne Crevoiserat (attuale Chief Financial Officer) come CEO ad interim. Todd Kahn (presidente, amministratore delegato e segretario del gruppo) ricoprirà il ruolo di amministratore delegato ad interim e di presidente del brand Coach. Il manager Andrea Shaw Resnick diventa Chief Financial Officer di Tapestry. Infine, Susan Kropf (Lead Independent Director), assume la carica di presidente del CdA. Tapestry, si legge nell’annuncio diffuso stamane (21 luglio 2020) sta avviando la ricerca di un nuovo amministratore delegato, che includerà candidati interni ed esterni. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati