Buoni livelli per il macello irlandese: meno volumi, ma non troppo

Buoni livelli per il macello irlandese: meno volumi, ma non troppo

La macellazione irlandese continua su buoni livelli. I macelli nazionali hanno trattato oltre 37.000 capi nel corso della scorsa settimana. In altre parole, in calo rispetto ai 7 giorni precedenti, ma in aumento rispetto allo stesso periodo del 2019. I capi maggiormente conferiti sono stati giovenche e vitelli. E dall’inizio del 2020 a oggi il macello irlandese ha ridotto la sua produzione, ma senza assistere a un crollo verticale.

Buoni livelli settimanali

La settimana intercorsa da lunedì 6 a venerdì 10 luglio 2020, i macelli irlandesi hanno lavorato 37.153 capi. Nel dettaglio: 2.977 erano giovani tori, 996 tori in età adulta, 13.516 vitelli, 9.422 vacche e 10.242 giovenche. La somma è inferiore di 259 unità rispetto alla settimana precedente, ma superiore di 1.879 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Diminuisce di circa 200 unità il numero di tori adulti, mentre cala di circa 2.000 quello dei tori più giovani. Crescono anche vitellivacche e giovenche.

 

 

Dal 1° gennaio

Guardando al numero complessivo di capi macellati dall’inizio del 2020, si nota come il trend abbia subìto un calo, ma non un crollo verticale. Dal 1° gennaio al 29 giugno 2020, infatti, i macelli irlandesi hanno trasformato in totale 906.174 capi. Nello stesso periodo 2019 erano stati 939.100.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati