Tyson Foods inizia bene l’anno fiscale: 10,8 miliardi fanno il +6%

Tyson Foods inizia bene l’anno fiscale: 10,8 miliardi fanno il +6%

Tyson Foods inizia bene l’anno fiscale. Il colosso statunitense ha pubblicato i risultati del primo trimestre: nel periodo ottobre – dicembre 2019 ha incassato 10,8 miliardi di dollari (+6%). In questo modo Tyson Foods registra l’incremento sia dell’utile operativo che del reddito netto.

Tyson Foods inizia bene
Nel primo trimestre Tyson Foods ha incassato 10,8 miliardi di dollari, dicevamo. Il reddito operativo è pari a 826 milioni di dollari (+2%). L’utile netto è salito a 561 milioni di dollari: erano 552 milioni nel primo trimestre passato. Il prodotto più venduto è ancora la carne bovina, nonostante la contrazione del 2% su base annua. Complessivamente il segmento ha incassato 3,8 miliardi di dollari. Tale situazione, secondo la società, è ancora imputabile al grande incendio che ha parzialmente distrutto un macello in Kansas. Lo stabilimento è, però, già stato rimesso in funzione. La redditività del segmento resta comunque positiva grazie a un buon prezzo di vendita, legato alla forte domanda.

 

 

Prospettive
Il Dipartimento per le Politiche Agricole degli USA (USDA) indica che nel 2020 la produzione nazionale di proteine animali (quindi tutti i tipi di carne) dovrebbe aumentare di circa il 3-4%. In questo senso, chiosano i vertici di Tyson, “i mercati di esportazione assorbiranno l’aumento della produzione“. Nel dettaglio, per ciò che riguarda la carne bovina le forniture dovrebbero aumentare dell’1%. Come conseguenza il margine operativo dovrebbe attestarsi tra il 6,5% e il 7,5%.

Il commento
“I risultati nel primo trimestre sono in linea con le aspettative – afferma in una nota Noel White, CEO di Tyson Foods -. I nostri segmenti di carne bovina e suina hanno registrato buoni risultati, mentre gli effetti della peste suina africana stanno iniziando a concretizzarsi”. Secondo White, con il migliore accesso ai mercati globali derivante dai recenti sviluppi commerciali “ci sono ragioni per essere ottimisti sull’esercizio fiscale 2020 e oltre. Siamo ben posizionati per sfruttare le opportunità sul mercato globale – conclude -. Sebbene prevediamo le sfide e la volatilità tipiche del nostro secondo trimestre fiscale, le nostre prospettive a lungo termine rimangono positive“. (art)

Foto da Tyson Foods

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati