Bottega Veneta si prende (quasi) tutto ai British Fashion Awards

Bottega Veneta si prende (quasi) tutto ai British Fashion Awards

La moda italiana sbanca la Royal Albert Hall di Londra in occasione della premiazione dei British Fashion Awards. Nella serata, organizzata dal British Fashion Council, sono stati premiati coloro che si sono distinti nel corso degli ultimi 12 mesi nel campo della moda britannica e mondiale. Risultato: Bottega Veneta si prende (quasi) tutto. E i premi ad Armani e Remo Ruffini ribadiscono il trionfo della moda italiana.

Bottega Veneta e Daniel Lee

Il mattatore della serata è stato Daniel Lee, direttore creativo di Bottega Veneta. Lee ha conquistato la categoria più ambita, quella di Designer of The Year. Lee (nella foto a destra con l’attrice Naomi Watts, che gli ha consegnato il premio) ha sconfitto Alessandro Michele e Miuccia Prada. Lo stilista britannico ha vinto anche nella categoria Accessori e, relativamente al Regno Unito, nella categoria Womenswear. E non finisce qui: Bottega Veneta si prende (quasi) vincendo anche il premio come Brand of the Year.

Ruffini e Armani

Remo Ruffini, CEO di Moncler, si è assicurato il premio per il Business Leader 2019. La serata londinese ha visto anche il trionfo di Giorgio Armani (nella foto, scattata durante la premiazione, accanto a Julia Roberts e Cate Blanchett) nell’Outstanding Achievement Award. Una sorta di premio alla carriera “per gli eccezionali risultati raggiunti, per la sua moda senza tempo, per il suo amore per i dettagli, per un’estetica inimitabile che è stata, è e sarà fonte d’ispirazione” riporta Vanity Fair. Tra i premiati anche Rhianna per Fenty e Naomi Campbell come fashion icon. (mv)

Immagini tratte dall’account Instagram di British Fashion Council

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati