Nel piano post CRV di Ralph Lauren ci sono 3.700 licenziamenti

Nel piano post CRV di Ralph Lauren ci sono 3.700 licenziamenti

Il piano post CRV di Ralph Lauren prevede investimenti sul digitale. È pianificato, però, anche il taglio di circa 3.700 dipendenti entro marzo 2021 (termine dell’anno fiscale). La società ha annunciato la strategia futura, che punta alla semplificazione della struttura organizzativa e alla trasformazione digitale. Strategia che verrà attuata per superare l’impatto di Covid-19 e per preparare l’azienda al futuro.

Il piano post CRV di Ralph Lauren

Ralph Lauren non ha ancora specificato in quali divisioni avverranno i tagli. Ha annunciato il licenziamento del 15% dei dipendenti che, segnala Reuters, in base alle più recenti comunicazioni del Gruppo sono 24.900 (13.800 circa solo negli Usa). In base a ciò, potrebbero perdere il proprio lavoro oltre 3.700 persone. La società stima che i licenziamenti comporteranno un risparmio annuo lordo tra i 180 e i 200 milioni di dollari. Mentre gli oneri una tantum da pagare per i licenziamenti, che incideranno solo sull’esercizio fiscale in corso e in scadenza a fine marzo 2021, saranno tra 120 milioni e 160 milioni di dollari.

 

 

Il commento

“I cambiamenti in corso accelerano ciò che avveniva già prima della pandemia. Velocizziamo alcuni dei nostri piani, tra cui l’avanzamento della nostra trasformazione digitale e la semplificazione delle strutture del nostro team – è il commento di Patrice Louvet, presidente e CEO di Ralph Lauren –. Questi passaggi ci permetteranno di progredire nel nostro percorso di elevazione del marchio“. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati