I primi 100 anni di GuidoMaggi, scarpe made in Italy con rialzo interno che non possono fare a meno della pelle

Cento anni di storia, una nuova sede. Il 2019 è un anno importante per GuidoMaggi, calzaturificio salentino fondato nel 1919 dall’omonimo imprenditore. Un secolo fa, l’allora trentenne Guido Maggi apre una piccola calzoleria artigianale in provincia di Lecce, punto di riferimento per tutti gli uomini eleganti dell’epoca, ma anche per nobili illustri come la famiglia Savoia. Un anno dopo l’azienda ha già 5 operai e nel 1940 sono diventati 12, ma l’avvento della Seconda Guerra Mondiale richiama al fronte alcuni artigiani, la produzione continua a singhiozzo e, una volta deposte le armi, alcuni di loro non fanno ritorno. Al termine del conflitto, GuidoMaggi riprende la propria attività a pieno ritmo fino al 1954, quando il fondatore viene improvvisamente a mancare. Quell’artigianalità, sospesa per molti anni, è stata riscoperta dal pronipote Emanuele Briganti, che nel 2009 fa rivivere l’azienda grazie a un’idea innovativa: produrre scarpe artigianali con rialzo interno invisibile per permettere a tutti gli uomini di aumentare la propria statura in maniera discreta. “Ho sempre lavorato nel mondo della moda, come indossatore, ma sono alto 175 centimetri e a volte ho avuto qualche problema in passerella – racconta il manager -. Allora mi sono messo alla ricerca di una soluzione che mi permettesse di recuperare quei pochi centimetri mancanti per la fatidica quota 1,80”. L’estetica delle calzature in commercio non convinceva però Briganti, che decise così di iniziare a prodursele da solo. L’idea piace e funziona, così l’imprenditore inizia la propria attività disegnando personalmente i modelli da realizzare con pellami pregiati: “Per GuidoMaggi, infatti, non esiste altro che la pelle pieno fiore per confezionare scarpe moda uomo e donna capaci di rispondere ad altissimi standard in termini di resistenza, pregio e design” si legge nel sito dell’azienda, dove un’intera sezione è dedicata esclusivamente al racconto della pelle come materiale pregiato. Nel 2012, dopo test e approfondimenti, parte anche l’e-commerce e il 12 maggio un cliente degli Stati Uniti fa oltrepassare l’oceano al nuovo primo paio di GuidoMaggi. Nel corso degli anni l’attività cresce: nel 2016 l’azienda apre il primo punto vendita diretto a Milano, in un palazzetto d’epoca nel prestigioso quartiere Brera, mentre nel 2018 inaugura la sede a Tokyo, nell’elegante quartiere Shibuya. Nel 2019 continua l’espansione, con l’inaugurazione della nuova sede di Lecce, più grande, dove l’azienda fissa il proprio quartier generale.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati