La borsa Mai di Nendo: genio giapponese, piattaforma italiana

La borsa Mai di Nendo: genio giapponese, piattaforma italiana

Un ritaglio in pelle. Poche pieghe studiate ad arte. Una manciata di rivetti. Nasce così la geniale borsa firmata dallo studio giapponese di design Nendo. I suoi progettisti l’hanno chiamata Mai e nel suo DNA c’è anche un po’ di Italia.

La borsa Mai di Nendo

Il nome della borsa deriva da una parola giapponese. “Ichimai” significa infatti “un oggetto sottile“. Questo perché l’accessorio è realizzato a partire da un solo ritaglio di pelle. Il materiale è ottenuto da concia al vegetale e poi sagomato al laser. In questo modo da un rettangolo di pelle si ottengono due superfici specchiate che definiscono il contorno della borsa.

Piattaforma italiana

La borsa è stata sviluppata per Up To You Anthology. La piattaforma unisce il tradizionale store online di accessori griffati alla possibilità di proporre un proprio progetto. Ma anche di scoprire le idee lanciate dai designer internazionali che collaborano con il marketplace.

La genialità di Mai

I clienti che ordinano la borsa Mai su Up To You Anthology ricevono il foglio di pelle ritagliato e con i rivetti già inseriti. A quel punto non devono far altro che piegarlo e dare forma alla loro nuova borsa. “Ciò ha semplificato il processo di produzione e ridotto al minimo i costi di inventario e spedizione”, si legge sul portale di Nendo. E ha consentito di proporre “una ricca collezione di colori, dimensioni e forme”.

Immagini tratte da nendo.jp

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati