L’economia della forma

0

Una riutilizza sfridi e materiali di risulta di griffe e façonnisti per creare nuovi accessori, pezzi unici del design e dell’economia circolare. L’altra ha definito un modello di business che, centrando il processo sul crust non tinto e su una tecnica segreta di trasferimento del disegno sulla pelle, offre borse dalla duplice virtù: sono inimitabili e risolvono i problemi di magazzino. Le esperienze di Baiadera e Re-new.
Tratto da La Conceria 7/2018 – CLICCA QUI PER SCOPRIRE TUTTI I CONTENUTI

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso