Una borsa, una storia: le mille e una Baguette di Fendi

Una borsa, una storia: le mille e una Baguette di Fendi

Piccola, rettangolare, comoda e capiente al punto giusto. Era il 1997, quando Silvia Venturini Fendi creò la Baguette. Una borsa a spalla di dimensioni contenute (26 x 14 cm) con una corta tracolla regolabile lunga tra i 43 e i 31 cm. Un accessorio che sarebbe diventato velocemente un must have. Non solo femminile. Ebbene sì: questa it bag è stata recentemente reinventata dalla maison romana anche in versione maschile. La sua capacità di essere un oggetto del desiderio senza tempo e capace di attraversare generazioni, declinata in mille e una Baguette, forse sta proprio qui: nella sua poliedricità.

Mille e una Baguette

È stata riprodotta nelle più svariate forme (sia macro che micro), materiali e fantasie. Dai pellami pregiati al denim. Dalle lavorazioni più eccentriche (ricami, pailettes, specchietti, piume e perline) al minimalismo più sofisticato. Una costante nelle tante interpretazioni, però – ne esistono davvero più di 1000 diverse-, è il logo della casa di moda ben in vista. In alcuni modelli è metallico, rettangolare e caratterizzato a due “F” una di fronte all’altra. In altri, invece, si presenta nella sua nuova declinazione: una “F” inserita in un cerchio.

La storia

Il direttore creativo della maison, Silvia Venturini Fendi, ebbe l’idea di lanciare questa speciale bag, facendosi “accompagnare” da un team di collaboratori talentuosi e geniali. Per esempio, Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli (oggi rispettivamente alla guida di Dior e Valentino). Il nome Baguette deriva dal classico sfilatino di pane che i francesi amano portare sotto il braccio. Il carattere rivoluzionario della Baguette sta nella sua struttura apparentemente semplice. Proprio grazie alla sua forma basic, si trasforma in base alle tendenze della moda. Ne esistono anche edizioni limitate nate dalla collaborazione con artisti internazionali. Per esempio: Damien Hirst, Richard Price e Jeff Koons.

Sex & the City

Fu Carrie Bradshow (interpretata da Sarah Jessica Parker) a renderla una it bag. La protagonista di Sex & the City portò alla ribalta la Baguette indossandola in una puntata della terza serie dal titolo “Chi la fa l’aspetti”. Nell’episodio la fashionista viene derubata delle sue scarpe Manolo Blahnik e della sua borsa, un “sobrio” modello in paillettes viola.

Curiosità

Nel 2007, per festeggiare i suoi 10 anni, Fendi lanciò un modello di tela bianca venduto con un set di pennarelli Pantone. Anno 2000: la Bauguette vince il “Fashion Group International Award for Accessories”. Nel 2012 esce un libro dedicato: “Fendi Baguette” (edito da Rizzoli), raccolta fotografica nelle mille e una Baguette in circolazione. Nel 2019 parte una capsule collection accompagnata dal progetto video #BaguetteFriendsForever.

Pico Baguette

La voglia di Baguette Fendi non si esaurisce mai. Nel 2020arriva Pico Baguette: il più piccolo esemplare sino ad ora prodotto. Dopo le precedenti versioni di borsa Baguette Micro e Nano, ispirate alle unità di misura infinitesimali, Pico è una sorta di borsa a tracolla da indossare come collana. Inizialmente pensata come custodia per gli auricolari AirPods, è diventata un prezioso gioiello 4×4 cm da indossare o agganciare alla borsa.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati