Pazolini passa di mano: proprietà araba per arrivare al boom

La catena retail russa Pazolini sarà presto ceduta? La notizia rimbalza dalla Russia. Surya Group, con sede negli Emirati Arabi, e Pazolini avrebbero già firmato una lettera di intenti propedeutica a una ipotesi di cessione che, quindi, sarebbe molto vicina. Lo ha riferito alla testata russa Kommersant, l’amministratore delegato del gruppo Surya, Ravi Navlani, che non ha, però, fornito ulteriori dettagli o commenti sull’affare.

La rete di Pazolini
Pazolini gestisce più di 140 negozi in Russia, Italia, Azerbaigian e Ucraina. Nella sua rete distributiva, il gruppo vende scarpe, borse e accessori prodotti in Italia e in Cina. Dopo alcune vicissitudini di carattere finanziario cui ha fatto seguito, nel 2017, la decisione del tribunale di Mosca di dichiarare la bancarotta di Ilya Reznik, fondatore di Pazolini su richiesta del creditore Alfa Bank, Pazolini ha cambiato proprietà. Da allora il marchio è gestito dal gruppo che fa capo all’imprenditore Evgeny Mitagin. Infoline stima che nel 2018 il fatturato di Pazolini sia stato di circa 3,4 miliardi di rubli (pari a circa 48 milioni di euro).

In attesa del boom
Il direttore generale di Infoline-Analytics, Mikhail Burmistrov, afferma che dopo la bancarotta e il passaggio di proprietà, Pazolini aveva bisogno di un grande investitore che potesse dare un nuovo impulso allo sviluppo del marchio. Il potenziale è molto superiore a quanto finora espresso, la proprietà araba potrebbe favorire il boom dell’insegna. (mv)

Foto da pazolini.com

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati