Il racconto di 60 anni di circolarità: SICIT protagonista online

Il racconto di 60 anni di circolarità: SICIT protagonista online

SICIT protagonista online. Il CEO della società di Arzignano, Massimo Neresini, ha raccontato questa mattina l’esperienza della società vicentina nel campo della circolarità conciaria. Occasione: il webinar organizzato da UNIC – Concerie Italiane.

SICIT protagonista online

Neresini ha ripercorso i 60 anni di attività di SICIT accompagnando, poi, i partecipanti del webinar all’interno della struttura vicentina per una sorta di tour virtuale. “I nostri due impianti soddisfano le esigenze del distretto, ma è a Chiampo che trattiamo gli scarti della pelle grezza che diventano veri e propri rifiuti di origine industriale dai quali vanno eliminate tutte le sostanze nocive. Per esempio, il cromo, può essere eliminato in maniera estremamente efficace e semplice con il processo di idrolisi. Viene separato, purificato e sanificato per essere riutilizzato in altri settori” ha spiegato Neresini nei giorni scorsi anche  al portale orticalab.it

 

 

Sviluppo e rispetto dell’ambiente

“Chi entra in SICIT non direbbe mai che lavoriamo 500 tonnellate di sottoprodotto e non sente odori né vede muoversi persone o macchine” spiega Neresini. Il quale ha evidenziato come l’azienda abbia, da un lato, automatizzato i processi e, dall’altro, investito “nel benessere dei dipendenti e dei residenti del territorio“. Gli impianti sono, infatti, dotati di un impianto rigenerativo per trattamento degli effluenti gassosi che poi passano da un combustore.

L’innovazione

Il manager ha spiegato che l’azienda continua nei suoi investimenti. Al momento sta triplicando il laboratorio agronomico. Ma, anche, lavorando con un team dedicato allo studio per il recupero degli scarti dalla concia wet white.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati