Conceria Thule (Santa Croce) cambia proprietà: entra la famiglia Lapolla (ex Waste Recycling)

0

Conceria Thule, fondata nel 1979 a Santa croce da Aldo Pagni, è stata rilevata dalla famiglia Lapolla, nota nel Comprensorio del Cuoio per la proprietà della Waste Recycling, industria di smaltimento rifiuti di Castelfranco di Sotto, ceduta lo scorso dicembre al Gruppo Herambiente per circa 30 milioni di euro. Vittorio Lapolla ha deciso di investire nel settore conciario acquisendo il 51% di Conceria Thule Italia insieme a Raffaele Votta (detentore del 49% della società): “Il nostro obiettivo è portare avanti una tradizione che dura da quasi quarant’anni – ha detto Lapolla – facendo investimenti che riportino l’azienda ai livelli di qualche anno fa”. Thule, gestita dalla metà degli anni ’80 da Mauro Pagni e dalla moglie Antonietta, soffriva della mancanza di un ricambio generazionale – come spiega lo staff a una settimana dal rinnovo della dirigenza – e stava subendo un calo di lavoro preoccupante, sfiorando il rischio della chiusura. A scongiurare questo pericolo ci ha pensato l’ingresso dei nuovi investitori che hanno riconfermato il personale (19 dipendenti) e la direzione commerciale, che resta affidata a Andrea Giglioli, che sarà affiancato da Maik Lapolla (figlio di Vittorio), nuovo general manager. L’azienda, da sempre specializzata nello stampato imitazione rettile di alta qualità, “ha una lunga storia dal punto di vista del prodotto e una grande conoscenza del mercato, soprattutto delle griffe – commenta Giglioli -. Quando la famiglia Lapolla si è ritrovata a scegliere dove investire, ha certamente valutato questi elementi”. Conferma Vittorio Lapolla: “Se avessi dovuto far partire una conceria dal nulla, non lo avrei fatto, ma qui ho trovato un gruppo di persone serie, un’azienda che ha già un nome. Non dobbiamo far altro che entrare in società cercando di sistemare alcune cose”. Le prime novità riguarderanno la ristrutturazione degli uffici, la riqualificazione dell’area produttiva e la realizzazione di uno show room.

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso