Bangladesh, investimenti cinesi per una pelletteria da 700 operai

Bangladesh, investimenti cinesi per una pelletteria da 700 operai

Anche il Bangladesh attira investimenti cinesi. Bangladesh Export Processing Zones Authority (BEPZA) ha annunciato di aver trovato l’accordo affinché Unicorn Leather Goods Factory esegua un importante investimento nel Paese. L’azienda della Repubblica Popolare aprirà in Bangladesh uno stabilimento produttivo di articoli in pelle.

Investimenti cinesi

L’organizzazione bengalese si è attivata nei mesi scorsi, dopo lo scoppio della pandemia da CRV. Come in India, l’obiettivo era quello di attirare investitori stranieri, preoccupati per lo scoppio di nuovi focolai negli altri Paesi dell’estremo Oriente, Cina in particolare. Una delle prime aziende a rispondere è stata la Unicorn Leather Goods Factory. Le parti hanno sottoscritto un accordo che prevede la creazione di un nuovo stabilimento manifatturiero nell’area di Chattogram. L’investimento complessivo ammonta a 1,02 milioni di dollari. Il nuovo sito produttivo darà lavoro a 764 persone e al suo interno saranno realizzati ogni anno 1 milioni di pezzi tra borse, cinture, portafogli e altri accessori. (art)

Immagine tratta da bepza.gov.bd

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati