Numero 41

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | CHI NON ACCELERA, È PERDUTO
2018 X 1
Tutti parlano di ripresa. Tutti sperano che il 2018 ne determini il consolidamento. Comunque vada, il nuovo anno pone un imperativo: accettare la sfida dell’accelerazione. Dopo un 2017 che ha riacceso la luce e che vi raccontiamo in 12 parole, arriva una stagione in cui, per vincere, non basta essere i più bravi. Bisogna essere i più veloci.
2017 X 12
Dalla A di Acquisizione alla T di Trasparenza. Il 2017 è stato un anno ricco di contenuti, conferme, sorprese. L’abbiamo sintetizzato in 12 parole chiave.

GLI ALTRI SERVIZI
Le cose come stanno
Brand esteri che comunicano tanto, ma fanno poco. Associazioni ambientaliste che sparano nel mucchio. La filiera italiana che eccelle, ma non sa raccontarsi. Claudio Marenzi, presidente Confindustria Moda, unisce il fashion system nella guerra della comunicazione.
Il divano va
Positivo il mercato italiano, rassicurante quello statunitense, in ripartenza quello russo. La seduta in pelle chiude un buon 2017 e guarda con ottimismo al 2018. Natuzzi soffre: tutta colpa del “mancato coordinamento”.
Le tariffe della discordia
L’assemblea di Acque del Chiampo, società che gestisce l’impianto di depurazione di Arzignano (131 utenti industriali), ha approvato l’incremento delle tariffe. La concia vicengtina commenta. Acque del Chiampo risponde.
60 anni di Settebello
Prende il nome da un treno e viaggia spedita seguendo il binario dell’innovazione, della sostenibilità, della qualità. La conceria toscana si racconta e, celebrando il proprio anniversario, guarda al futuro.
La moda s’aspetta dal 2018 un’annata d’oro
A differenza degli omologhi report di altri centri studi, quello di McKinsey per Business of Fashion si distingue su almeno due elementi. Innanzitutto è previsionale: non si concentra sui bilanci già redatti, ma interroga gli addetti ai lavori (in questo caso 500 aziende e 230 esperti) sulle loro sensazioni per il futuro. In seconda battuta non si limita al lusso, ma allarga il respiro anche agli altri segmenti.

LE RUBRICHE
Il caso della settimana Razionalità e mercato
Ipse dixitItaliani: sena di voi il lusso non esiste
Pop Up
A volte ritornano
Yesterday is Here
Tratto da LaConceria 9 dicembre 1950
Tra le righeContrordine indiano: il bestiame si può vendere. Anzi no
Turchia – Scusate, il dazio era sbagliato
Portogallo – L’odore della desolforazione
Zimbabwe – La conceria di Bata
La situazione e le quotazioni in Italia e nel mondo



 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso